venerdì 25 aprile 2014

25 aprile, festa di cosa?


Oggi, 25 aprile, era la Festa della Liberazione. Liberazione da un totalitarismo, che limitava libertà di idee, di pensieri, di parola, di vita...

Bene, queste foto le ho scattate oggi in Piazza Duomo, a Milano.

Era la festa della libertà d'Italia, giusto.. ma sventolavano bandiere di un solo colore, rosso, oltre a bandiere palestinesi, No-Tav, PD, CGIL...

Solo due parole...

La vera Festa della Liberazione (o meglio della Libertà) credo andrebbe festeggiata quando tutti saremo liberi di scendere in piazza, in un giorno come oggi, con le nostre idee e le nostre bandiere...
Quando nessuno si approprierà più di queste date per proprie manifestazioni, quando tutti potranno manifestare per la libertà...

L'Italia ha bisogno di rinascere e di staccarsi da tutto ciò che è vecchio, credo.

Il primo passo, credo, dovrebbe essere staccarsi da bandiere e muri ideologici e anacronistici...

La libertà è un valore enorme.... Spiace vedere che solo alcune bandiere sventolino nelle nostre piazza il 25 aprile...Buona festa Italiani! Buona festa Italia!

Oggi c'è chi parla di liberazione in tantissimi modi... ma la vera libertà, in effetti, non dovrebbe avere confini.. e invece c'è chi pensa di appropriarsene ponendosi al di sopra di chi la pensa diversamente..

Poi beh inni vergognosi quelli contro i Marò, ma non solo... gente urlava rabbia contro tutto, beh tutto visto da una certa parte perchè l'altra parte dell'Italia, che pure ama la libertà, in quella piazza non c'era.

Una domanda la pongo a partiti di destra e in particolare a Forza Italia: perchè non c'era nessuno a sfilare? Dove c'è scritto che le bandiere di Forza Italia o di destra qui non possono sventolare?

Libertà sarà solo quando tutti potremo scende in piazza con le nostre idee e pensieri, fino ad allora la Festa della Liberazione sarà solo anacronismo... In ricordo di chi ha lottato per la libertà in un Paese diviso da faziosità antiche e che lo rendono debole...

Avanti a chi ha voglia di futuro... perchè la liberazione sia dal vecchio, dal nero e dal rosso, verso il domani di un Paese che di certo, penso, non avrebbe bisogno di bandiere e ideologie ma di idee e fatti...mentre migliaia di imprese muoiono uccise da fisco, burocrazia e crisi, mentre migliaia di famiglie sono allo stremo, mentre milioni di giovani sono disorientati (non solo quelli che oggi "manifestavano" fumando e bevendo... ma soprattutto chi l'Italia e la sua libertà le ama davvero)..






3 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Silvio Carnassale25 aprile 2014 11:05

    La festa della Liberazione dovrebbe avere una sola bandiera, quella dell'Italia. E bisognerebbe definitivamente staccarsi dalla retorica per abbracciare la verità storica. I partigiani sono stati pochi, di tante ideologie ed eroici, ma senza gli Alleati non avremmo mai ottenuto la nostra libertà. Oggi dovrebbe essere un giorno in cui tutti gli italiani tirano fuori le bandiere che si usano solo con i Mondiali e scendono in piazza per ricordare che da allora sono sempre stati uniti, nella buona e nella (spesso) cattiva sorte. Questa è l'unica retorica che bisognerebbe concedere.

    RispondiElimina
  3. Ciao Silvio grazie per il tuo commento...

    Sono d'accordissimo con te... sarebbe bello in feste come quella di oggi veder sventolare il Tricolore... unica bandiera e basta...
    Perchè l'antifascismo è un valore comune... e anche la voglia di libertà e futuro e spero che se i vecchi bigotti della politica non lo capiscono lo capiremo noi giovani...

    RispondiElimina