lunedì 14 aprile 2014

Disegni. Bambini. Libertà

Dalla condivisione del link da parte di un amico di Facebook, questa mattina sono incappata in questa notizia

http://www.lacritica.org/milano-citta/divieto-ai-bambini-di-disegnare-mamma-e-papa-per-non-offendere-i-figli-degli-omosessuali-lo-vuole-la-giunta-di-milano/


Sono fortemente convinta che la libertà sia un valore che andrebbe sempre difeso, compresa in questo caso la libertà di vivere la propria vita amorosa/sentimentale/sessuale come si crede... Come del resto la propria vita.
Ognuno nelle sue scelte, nei suoi percorsi, deve essere libero di seguire ciò che sente, la propria coscienza, le proprie sensazioni e sicuramente non sarò mai qui a mettermi a giudicare nessuna storia altrui, compresa quella tra due uomini e/o tra due donne.
Ho i miei valori, le mie convinzioni morali, la mia appartenenza religiosa e quindi interpreto ovviamente anche secondo ciò, ma non mi verrà mai in mente di limitare la libertà di chiunque e tantomeno di giudicare le scelte e le azioni.

La libertà però finisce dove inizia quella degli altri, come diceva anche un personaggio molto più illustre di me, Martin Luther King.

I bambini dovrebbero essere lasciati liberi di vivere la loro vita e non tirati in mezzo in battaglie ideologiche del genere, credo.
Le famiglie tradizionali dovrebbero essere lasciate libere di educare i propri figli come credono e i loro figli, come tutti i bambini, dovrebbero essere liberi nelle manifestazioni più intime, nei legami con le figure materne/paterne, nella loro vita.

Personalmente non comprendo la volontà di condurre ad un momento in cui bimbi e bimbe potrebbero avere 2 mamme o 2 papà.

Rispetto le 2 mamme e 2 papà, che liberamente, hanno tutto il diritto di stare insieme senza essere giudicati.. Ma i bambini, i bambini loro affidati, non so quanto potrebbero beneficiare dal non avere una figura paterna e materna.
Molte obiezioni a questo propendono nel dire che ci sono tanti bambini che comunque sono abbandonati dai genitori e/o per ragioni di vita o scelte si ritrovano senza uno od entrambi i genitori.
E' vero, ma credo che questi bambini, seppure con sofferenza, maturino comunque la consapevolezza della mancanza della "mamma" e/o del "papà", non credo maturino la consapevolezza del "genitore 1" e/o del "genitore 2".
Dopo la storia dei moduli di iscrizione alle scuole in cui si elimina l'indicazione mamma e papà per sostituirla con "genitore 1" e "genitore 2" ora c'è pure chi ipotizzerebbe di vietare disegni ai bimbi...

Assurdo.

La non discriminazione del diverso è di un valore inestimabile che concordo va insegnata ai bambini e ai futuri adulti, educandoli al rispetto per le idee, le scelte di vita, le realtà di vita e la libertà altrui...
Non solo su questioni come queste, ma nei confronti di religioni, provenienza, cultura...ma la libertà deve essere garantita a tutti, non credo dovrebbe essere considerata prevalente la libertà di alcuni rispetto alla libertà di altri. 
I bimbi devono come tutti noi imparare, credo, a non discriminare.. questo certo.. ma anche ad essere liberi e a credere nella libertà.

Quando si estremizza il concetto di non discriminazione però, in questo come in altri casi, credo si arrivi a superare limiti che non hanno nulla a che fare con il rispetto dell'altro, anzi, diventano spesso speculazione e estremizzazione ed entrambe credo non faccian bene a nessuno...

Assurdo ciò che è espresso nell'articolo mi pare...
assurdo che qualcuno ipotizzi che non si possano più fare disegni così.. limitando libertà di bambini e famiglie nel parlare di mamma e papà






In questo post ho espresso solo dei pensieri personali ed impulsivi.

Credo fortemente nel diritto di ognuno dei lettori di pensarla diversamente da me... In queste questioni è da rispettare l'idea e soprattutto la libertà di ognuno....

Non mi ritengo in alcun modo nel diritto di criticare scelte altrui e nemmeno pensieri..
Ma mi ritengo nel diritto di esrpimere ciò che penso e spero che il diritto di chi la pensa come me (come quello di chi la pensa diversamente) venga rispettato.. 

 



1 commento:

  1. Propendo per la famiglia tradizionale pure io.

    Buona Pasqua cara.

    RispondiElimina